Una camminata nei boschi della Val Trebbia

Si è svolta domenica 28 giugno la gita della LIPU di Genova dedicata all’osservazione degli uccelli nella zona di Fontanigorda.

Un gruppo di una dozzina di soci ed attivisti delle delegazione genovese si è ritrovato nel piacevole paese della val Trebbia, in una splendida giornata d’inizio estate, per un’escursione diretta sui rilievi dello spartiacque Trebbia-Aveto, segnatamente sul Monte Gifarco.

Attraverso uno scenario con magnifici boschi di castagno e poi di faggio e di altre caducifoglie montane, inframmezzati a pinete e radure, sotto la guida di Luca Baghino, i partecipanti hanno potuto osservare l’avifauna tipica del nostro Appennino, riconoscerne alcune delle vocalizzazioni più caratteristiche, individuarne tracce e segni, apprezzando il notevole valore ambientale del nostro entroterra: 26 diverse specie sono state a vario titolo segnalate, con un gradimento finale da parte di tutto il gruppo LIPU per l’interessante esperienza di questa gita naturalistica a breve distanza dal capoluogo.

foto A. Migone

foto A. Migone

02/07/20

 


Gli uccelli nidificanti

La specie del mese:

Giugno 2020

foto Simonetta Venturini

 

Il mese corrente rappresenta il momento dell’anno nel quale praticamente tutte le specie di uccelli sono impegnate nella nidificazione. Sarebbe arbitrario e riduttivo limitarne la caratterizzazione ad una sola specie quando invece l’importanza e l’interesse di giugno risiede proprio nel fenomeno collettivo del pieno periodo riproduttivo.
È quindi il caso di sottolineare l’opportunità offerta da queste lunghe e magnifiche giornate tardo primaverili per dedicare la dovuta attenzione ad osservare gli uccelli nidificanti, iniziando certamente dalle specie comuni, segnalandoliopportunamente sulle piattaformetematiche secondo i codici di nidificazione possibile, probabile e certa, in base agli indizi raccolti e riferendoli correttamente alle cartografie impiegate.
La seconda metà del mese, nella nostra regione e non solo, si presta ottimamente ad osservare e rilevare in particolare gli uccelli negli ambienti montani a quote medio-alte, quindi segnatamente nella fascia interna, poiché, lungo il litorale e alle altitudini più basse, per quelle specie o popolazioni nidificanti più precocemente, può trattarsi di un periodo, se non magari tardivo, certo più avanzato e un po’ meno ottimale della prima parte di giugno o della fine di maggio.
Comunque parchi urbani, boschi e foreste, praterie, arbusteti non mancheranno di darci motivi di interesse e riservarci, ancora per diverse settimane,soddisfacenti osservazioni dell’avifauna nidificante, oltre a farci riflettere sulle spinte e sulle dinamiche del mondo naturale di cui la stagione riproduttiva èda considerarsi non a tortola fase principale.
Tutte le esperienze visuali si possono per di più arricchire, come è facile constatare di persona (su un arco potenziale di oltre quindici ore al giorno, massimamente nelle prime ore successive al sorgere del sole) con le performances canore di un gran numero di specie di uccelli che dedicano buona parte del loro tempo ad affermare il proprio territorio emettendo con vigore canti ripetuti, loro impegno principale insieme alla somministrazione delle necessarie cure parentali alla prole.

Luca Baghino

foto GB Baghino

19-06-20

 


Petizione a favore del Parco di Portofino

 

Molte associazioni ambientaliste  condividono su  change.org la campagna nazionale di raccolta firme in favore del Parco Nazionale di Portofino.  
E' dal 2017 che il Ministero dell'Ambiente porta avanti una mediazione con la Regione Liguria per la definizione della perimetrazione del  parco. Adesso però occorrono più firme affinchè il Ministero sia motivato a nominare un Commissario straordinario per concludere l'iter di definizione dei confini  e consentire che il parco di Portofino diventi finalmente una realtà nazionale.
Il link della petizione a livello locale è il seguente:

Aiutaci a realizzare un grande Parco Nazionale in Liguria
 

Diffondete e fate firmare 

Grazie


La sezione LIPU di Genova

 

 

La  LIPU,  presente stabilmente a Genova  con una delegazione provinciale fin dalla prima metà degli anni Settanta del secolo da poco trascorso, promuove e sostiene diverse attività di protezione, degli uccelli e della Natura, tra le quali:

  • CONSERVAZIONE E TUTELA DI SPECIE E HABITAT: impegno e partecipazione al percorso di attuazione della Direttiva 79/409/CEE "Uccelli" e più in generale della Rete Europea Natura 2000 in sede locale 
  • EDUCAZIONE E DIVULGAZIONE NATURALISTICA: ogni anno vengono specificamente  realizzati per le scuole dei moduli didattici e corsi di birdwatching con incontri teorico-pratici aperti e fruibili da un più ampio pubblico
  • VIGILANZA: viene svolta da un apposito nucleo di Guardie Volontarie operanti sul territorio
  • AZIONI DI LOBBING : raccolta di firme per petizioni, presenze nei comitati tecnico-faunistici per una più fattiva protezione degli uccelli, coordinamento con altre associazioni ambientaliste, contatti con le pubbliche amministrazioni ecc.
  • RACCOLTA FONDI: viene realizzata mediante la partecipazione a manifestazioni fieristiche varie  con la presenza di banchetti dell'Associazione per la promozione e il sostegno ad iniziative nazionali di tutela dell'avifauna e della Natura selvatica
  • MANIFESTAZIONI: raduni, gite organizzate, liberazione di rapaci e altri uccelli selvatici curati e riabilitati nei centri dell'Associazione, ecc.