Codirosso spazzacamino (Phoenicurus ochruros)

La specie del mese:

Novembre

Foto Luca Borra

 

La fase centrale dell’autunno, nel mese di novembre, offre la possibilità di contattare un certo numero di uccelli ancora in movimento dalla fine del mese precedente, soprattutto Turdidi e Fringillidi di varie specie, oltre a cince e molti altri migratori di corta distanza.

A novembre, mese caratterizzato dalla caduta delle foglie negli alberi e arbusti caducifogli e da giornate con periodo di luce sempre più breve, sulle scogliere come anche nelle città e nelle campagne è facile notare la presenza diffusa di molti individui di Codirosso spazzacamino Phoenicurus ochruros, provenienti per lo più da Paesi mitteleuropei.

Lungo 14 cm, si caratterizza per la livrea decisamente scura e l’incofondibile coda rossiccia. Il maschio presenta tinte con ampie estensioni dal grigio scuro al nero, più nette che nelle femmine dove la coloritura è più sbiadita: si tratta di soggetti, a seconda dei casi e del periodo, in sosta migratoria o in svernamento, dato che il Codirosso spazzacamino in Liguria, a livello di categoria fenologica, è presente a vario titolo: come nidificante (associato in tal caso ad ambienti rocciosi naturali o zone ruderali), migratore regolare e svernante.

In questa fase di nuove restrizioni dovute a COVID-19, sarà facile osservarlo persino da casa e ancora per molte settimane nelle zone edificate di città, spesso in evidenza su cornicioni, tetti e facciate di palazzi o altre costruzioni; qui lo vediamo intento a cercare cibo costituito essenzialmente da Artropodi e, solo marginalmente ed in questa stagione, da frutti. Occasionalmente anche nell’attuale periodo se ne possono sentire le vocalizzazioni.

 

Luca Baghino

 

Novembre 2020